La Gran Fratellanza Universale e l’ordine naturale dell’Universo (parte 3)

José Marcelli Noli: Note 1011-1013

1011. Ogni Essere Umano, oltre a dover affrontare e attualizzare costantemente ed equilibratamente la propria dualità come Essere e come Umano, deve prendere decisioni di fronte ai cambiamenti cosmici e storici che lo influenzano nell’ambito della sua polarità di Uomo o di Donna e si deve rapportare direttamente o indirettamente con le circostanze e le decisioni di altri Esseri Umani.

1012. Questo fatto si spiega iniziaticamente con la Legge dell’Insieme di Insiemi che permette la manifestazione dell’unità nella diversità, dell’Universo e dell’Individuo, come Essere con coscienza
particolare, individuale, che è la somma delle coscienze di tutte le particelle e insiemi di particelle che gli danno forma ed esistenza umana.

1013. Ciò consente di comprendere la responsabilità individuale senza staccarla dalla responsabilità di gruppo nella realtà dello Spazio-Tempo curvo e continuo, in cui ogni causa generata da un individuo o da un insieme di individui, segue una traiettoria curva e continua e ritorna al luogo d’origine trasformata in effetto, buono o cattivo, secondo la causa che lo ha prodotto. Il destino non è opera degli dei, ma di ogni individuo o gruppo di individui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *